Image Alt

La Settimana di Pandolfini

BUCCELLATI: STORIA DI UNA FAMIGLIA ITALIANA

“Lo Stile Buccellati è un’evoluzione nata dal capostipite, da mio nonno Mario, che ha dato un’impronta molto forte in termini creativi. Successivamente ogni generazione ha applicato le tecniche di lavorazione, il disegno e lo Stile Buccellati rielaborandoli alla propria maniera nel pieno rispetto dell’anima della Maison.”

Andrea Buccellati

Mario Buccellati, il fondatore, fu un uomo visionario che ha saputo comprendere e interpretare il proprio tempo, riuscendo a creare uno stile che da oltre un secolo porta il suo nome.

Nacque il 29 aprile 1891 ad Ancona e dopo la morte del padre, si trasferì con la madre Maria e i suoi fratelli nella ‘grande Milano’ di inizio Novecento.

Appena arrivato, ottenne un apprendistato presso gli orafi Beltrami e Besnati, che avevano un’avviata attività nel cuore della città, in via Santa Margherita 5, tra la Scala e la Galleria.

Qui il giovane Mario apprese non solo le migliori tradizioni orafe italiane, ma anche la gestione della bottega, la scelta degli artigiani, i gusti dei clienti.

Alla fine della guerra, decise che i tempi erano propizi per mettersi in proprio e rilevò l’attività di Beltrami e Besnati, aprendo il suo primo negozio in via Santa Margherita, 5.

Trasferire l’intreccio del pizzo sulla lastra d’oro fu una delle sue maggiori innovazioni e ben presto le lavorazioni a pizzo, tulle o a nido d’ape lo resero celebre nel mondo.

Grazie al successo che stava riscuotendo, Mario Buccellati aprì un secondo negozio a Roma e poi un terzo a Firenze, espandendo il suo impero di gioielli in tutta Italia.

I suoi preziosi erano ispirati alle strutture dell’architettura rinascimentale e gotica, al merletto veneziano e dalle meraviglie della natura, dalle foglie degli alberi agli animali. Il suo caro amico Gabriele D’Annunzio, lo soprannominò “il principe degli orafi“.

Uno dei progetti speciali di Buccellati, che rese Mario celebre e riconosciuto a livello mondiale fu il “tulle”, un processo di lavorazione molto complicato che richiede a un orafo più di un mese per ritagliare l’oro a nido d’ape e poi abbellirlo con diamanti o altre pietre preziose.

Negli anni ’50, Buccellati si espanse negli Stati Uniti, con una boutique sulla Fifth Avenue di New York e sulla Worth Avenue di Palm Beach. I cinque figli di Mario entrarono nel business di famiglia proprio in quegli anni. Con la sua morte nel 1967, il figlio Gianmaria prese il timone di Buccellati e ampliò l’espansione del marchio, aprendo altri negozi in tutto il mondo. Due dei fratelli rimasero in Italia, mentre gli altri due curarono gli affari in Europa, Asia e Stati Uniti, aprendo la boutique di punta su Place Vendôme a Parigi nel 1979.

Gianmaria istituisce, nel 2008, la Fondazione che porta il suo nome. Oggi guidata da Rosa Maria, la Fondazione persegue l’obiettivo di valorizzare le opere di Gianmaria e Mario attraverso mostre, lectures e collaborazioni con varie istituzioni museali.

Pandolfini è stata testimone di esemplari Buccellati svariate volte, e altrettanti saranno proposti nelle prossime aste in programma. Difatti, in occasione dell’asta di Gioielli che si terrà il 29 novembre 2023, verrà presentato uno strabiliante bracciale firmato Buccellati, che nel suo aspetto al meglio rappresenta le raffinate tecniche di lavorazione che hanno reso celebre il marchio. Ad accompagnare questi incantevoli gioielli vi sarà una nuova importante collezione di preziosi che potrà essere vista e indossata durante l’sposizione che viene comunemente organizzata prima dell’asta. Vi aspettiamo!

Palazzo Ramirez-Montalvo
Borgo degli Albizi, 26
50122 Firenze - Italia
Tel. +39 055 2340888/9
Fax +39 055 244343
info@pandolfini.it

Via Alessandro Manzoni, 45
20121 Milano
Tel. +39 02 655.60807
Fax +39 02 620.86699
milano@pandolfini.it
Orari di apertura:
Lun - Ven 9-13 / 14.30-18.30

Via Margutta, 54
Roma
Tel. +39 06 3201799
Orari di apertura:
Lun - Ven 9.30-13.30
Il pomeriggio su appuntamento