Image Alt

La Settimana di Pandolfini

DIPINTO IN DIPINTO: L’AFFASCINANTE IMMAGINE FEMMINILE

L’immagine delle donne, in particolare le nobildonne nel periodo tra dinastia Ming e Qing, è stato da sempre un tema di grande importanza per gli artisti. L’ideale femminile di allora era caratterizzato da una quiete virtuosa e da una grazia delicata. Nel periodo Kangxi della dinastia Qing, la raffigurazione nella pittura della donna si è distinta per la sua leggerezza, superando le tonalità pesanti del passato e portando al culmine la fragile e malinconica bellezza della figura femminile.

Il paravento da scrivania spesso è arricchito da placche di porcellana. Ne analizziamo una sezione che raffigura un momento di tranquillità tra due donne: la prima, sulla sinistra, sta danzando, richiamando al movimento; mentre l’altra, stante, tiene dei fiori. La donna di destra, di fronte a uno paravento con dipinto un paesaggio, sta per mettere un ramo di fiori in un vaso di porcellana a forma Yuhuchunping.  L’intera scena è un’illusione, un gioco di piani prospettici creati per formare una connessione non solo tra i vari personaggi, gli oggetti e l’ambiente della composizione ma anche con lo spettatore stesso. La prospettiva da cui lo spettatore osserva è intima e privata, così come le figure nell’immagine sembrano serene a loro agio, lasciando trasparire una sensazione di felicità domestica. Gli osservatori potrebbero facilmente immaginarsi parte della scena o persino il capofamiglia, suscitando in lui un senso di orgoglio per una vita familiare appagante. Lo spazio privato delle donne nell’immagine è comunque costruito come un luogo femminile: gli ornamenti per la testa, i braccialetti e gli elementi d’arredamento come i tavolini tipici del periodo Ming, le tazze da tè, i bruciatori d’incenso in smalto rosso terra con tre piedi a forma di ponte, le tazze e una serie di oggetti di arredamento resi ancora più credibili visivamente da una serie di dettagli decorativi tipici della fine della dinastia Ming. Questi particolari rendono lo spazio attraente e affascinante, consentendo agli spettatori di essere catturati dall’immagine. La creazione di queste donne, il possederle e l’appropriarsi dello spazio che esse occupano soddisfa non solo una fantasia intima ma anche un desiderio di esibire la cultura conquistata. Dal punto di vista maschile, ciò riflette anche il desiderio di potere. In un certo senso si fondono apprezzamento e affetto per la cultura delle dinastie precedenti.

Nelle porcellane Kangxi di questo stile spesso si trova l’uso di un tratto nero per delineare gli occhi e le sopracciglia, rendendo i volti più nitidi. Le guance sono sfumate con un leggero colore rosso-marrone in modo tale da aggiungere un tocco di seduzione e di fascino. I contorni degli abiti sono delineati in nero, così da rendere le pieghe create dalle vesti più nitide e fluide, con linee eleganti e sinuose che enfatizzano la bellezza femminile. Il profilo delle rocce, degli alberi e dei tronchi presenta angoli netti e taglienti, con variazioni di spessori e lunghezze, che generano un effetto ritmico. Un gran numero di linee corte e fitte è utilizzato per rappresentare i chiaroscuri delle rocce e degli alberi. Gli edifici e le recinzioni dello sfondo e della scena di intimità domestica sono composti da elementi semplici con linee dritte. Tutti questi dettagli riflettono chiaramente le caratteristiche della porcellana del periodo Kangxi.

La seconda placca mostra la raffigurazione di una donna mentre gioca con dei bambini.  Pur essendo stati realizzati prima i contorni dei disegni e solo in seguito applicati i colori, la composizione risulta essere armoniosa ed omogenea, con una tavolozza cromatica morbida e ben distribuita. Le figure femminili hanno colli snodati, spalle sottili e vita sinuosa, visi lunghi, occhi gentili e labbra di ciliegia; tutti elementi che lasciano sprigionare un fascino simile a quello della giada.

Questa coppia di placche in porcellana della Famiglia Verde del periodo Kangxi sarà presentata nella prossima asta del 19 dicembre 2023.

Di forma rettangolare e svuotata, hanno una bordatura su tutti e quattro i lati decorata con un motivo in finto tessuto verde sul quale sono stati applicati dei fiori rossi, blu e gialli e del fogliame; È un segno di buon auspicio.

 

Palazzo Ramirez-Montalvo
Borgo degli Albizi, 26
50122 Firenze - Italia
Tel. +39 055 2340888/9
Fax +39 055 244343
info@pandolfini.it

Via Alessandro Manzoni, 45
20121 Milano
Tel. +39 02 655.60807
Fax +39 02 620.86699
milano@pandolfini.it
Orari di apertura:
Lun - Ven 9-13 / 14.30-18.30

Via Margutta, 54
Roma
Tel. +39 06 3201799
Orari di apertura:
Lun - Ven 9.30-13.30
Il pomeriggio su appuntamento