Image Alt

La Settimana di Pandolfini

YOUQUA, IL GRANDE PITTORE CON CUI LA PITTURA AD OLIO È ENTRATA IN CINA

Le quattro opere costituiscono una sorta di documento storico del connubio tra il mondo orientale e quello occidentale nella metà del XIX secolo. Si tratta di raffigurazioni preziose che, nonostante non riportino date né firme, sono ricche di particolari che le datano con sufficiente precisione.

La Veduta di Whampoa è una vista dell’isola e dell’ancoraggio da Dane’s Island nel Fiume delle Perle. Si notano all’estrema destra la Junk Island e il Junk River che separa l’isola dalla terraferma di Whampoa. Una vista pressoché identica e databile intorno al 1850 è attribuita al pittore Youqua, attivo tra il 1840 e il 1870 e conservata al Peabody Essex Museum (C. L. Crossman, The Decorative Arts of the China Trade, Suffolk, 1991). Nel dipinto si osserva il cimitero occidentale in primo piano, raffigurazione che, osserva Crossman, fu molto popolare tra il 1840 e il 1855.

In seguito al trattato di Nanchino del 1842 Shanghai divenne uno dei porti più importanti per il commercio con l’Occidente. Molti commercianti europei ed americani avevano uffici sul Bund come ad esempio Russel & Co, Heard & Co, Jardine, Matheson e altri.

La stessa rappresentazione si vede nel dipinto che raffigura Canton dove vengono dipinte le “fabbriche” occidentali dette hongs. Si notano l’una accanto all’altra le bandiere degli stati occidentali: quella americana, francese, inglese sventolare sulle rispettive fabbriche che fiancheggiano la chiesa episcopale e a sinistra la club house, la rimessa per le barche e le numerose giunche cinesi. La veduta è databile proprio dalla presenza della chiesa sul lungomare, eretta nel 1847 e bruciata nell’incendio del 1856 che rase al suolo gli hongs.

Fino al 20 aprile 1844 Macao era sotto la giurisdizione delle colonie indiane del Portogallo, il cosiddetto “Estado português da India”, ma dopo questa data fu riconosciuto da Lisbona come provincia d’oltremare del Portogallo. Il dipinto riporta i dettagli degli edifici più importanti della città come la cattedrale, Igreja da Sé o la Fortaleza da Guia. Si noti in particolare il Palácio do Governador in perfetto stile pombalino costruito nel 1849.

Le quattro opere saranno proposte in asta il 19 dicembre 2023.

 

Palazzo Ramirez-Montalvo
Borgo degli Albizi, 26
50122 Firenze - Italia
Tel. +39 055 2340888/9
Fax +39 055 244343
info@pandolfini.it

Via Alessandro Manzoni, 45
20121 Milano
Tel. +39 02 655.60807
Fax +39 02 620.86699
milano@pandolfini.it
Orari di apertura:
Lun - Ven 9-13 / 14.30-18.30

Via Margutta, 54
Roma
Tel. +39 06 3201799
Orari di apertura:
Lun - Ven 9.30-13.30
Il pomeriggio su appuntamento