Image Alt

La Settimana di Pandolfini

CARNEVALE VENEZIANO

Nella prossima asta ARCADE di Dipinti Antichi che si svolgerà il 6 marzo verranno proposte due belle tele raffiguranti La caccia ai tori in Campo San Giacomo dell’Orio a Venezia e La caccia ai tori in piazza San Marco a Venezia. 

Questo particolare evento fu per molto tempo svolto principalmente nelle piazze di San Marco, Campo San Giacomo dell’Oro e Campo San Polo. Le cacce ai tori si realizzarono fino al 1802, quando in Campo Santo Stefano, a causa del panico provocato da un toro imbizzarrito, crollò una gradinata costruita per l’occasione davanti a Palazzo Morosini.

Queste cacce venivano permesse a Venezia soltanto durante il Carnevale, durante i giorni feriali, ora nel campo di una contrada ora in un altro. Venivano proposte da alcuni macellai o da giovani di spirito, soprannominati “Cortesani”. Questi ultimi, dopo aver ottenuto il permesso dai Capi del Consiglio dei Dieci, iniziavano a pubblicizzare la data attraverso manifesti affissi nel campo.

Spesso queste cacce erano parte di un evento all’interno di una festa in cui si svolgevano giochi, rappresentazioni teatrali e addirittura matrimoni. Nel ‘500 ci fu il tentativo di lasciar correre i tori per le calli ma gli incidenti provocati furono così tanti da costringere il Consiglio dei Dieci a vietarle.

Schiere di grandi artisti europei ed italiani furono irresistibilmente attratti dalla magia della “città sull’acqua” e anche Joseph Heintz il Giovane da Augusta, sua città natale, si trasferì a Venezia per rimanervi tutta la vita, dipingendo meravigliose scene che rappresentavano spesso i momenti lucidi che caratterizzavano la vivace e allegra vita veneziana.

Il tema della caccia ai tori venne rappresentato perfettamente proprio nel dipinto di Heintz dal titolo Caccia ai tori in Campo San Polo. La tela ha per scenario uno dei campi più spaziosi e belli di Venezia, campo San Polo, per l’occasione trasformato in area. Il dipinto cattura l’atmosfera frenetica e l’energia della festa dove tori furiosi vengono inseguiti da uomini coraggiosi a cavallo, mentre la folla si raduna intorno alla scena, esprimendo entusiasmo e partecipazione. Heinz utilizza colori vibranti e pennellate decise riuscendo a creare un senso di movimento, di drammaticità e riuscendo a coinvolgere direttamente lo spettatore.

Palazzo Ramirez-Montalvo
Borgo degli Albizi, 26
50122 Firenze - Italia
Tel. +39 055 2340888/9
Fax +39 055 244343
info@pandolfini.it

Via Alessandro Manzoni, 45
20121 Milano
Tel. +39 02 655.60807
Fax +39 02 620.86699
milano@pandolfini.it
Orari di apertura:
Lun - Ven 9-13 / 14.30-18.30

Via Margutta, 54
Roma
Tel. +39 06 3201799
Orari di apertura:
Lun - Ven 9.30-13.30
Il pomeriggio su appuntamento